Home cagliaripad Come chiedere il bonus caldaia 2019

Come chiedere il bonus caldaia 2019

Condividi questa notizia su:
caldaia a condensazione

Bonus caldaia a condensazione 2019, chi può richiederlo e come funziona

Il bonus caldaia 2019 è il bonus introdotto dalla scorsa legge di Bilancio, riconfermato e potenziato dalla nuova Manovra Finanziaria anche per il 2019. Chi sostituisce la vecchia caldaia con una caldaia a condensazione di classe A che preveda anche il montaggio delle valvole di termoregolazione ha diritto a una detrazione fiscale al 65%.

  Sommario

Cos’é il bonus caldaia 2019 

Come anticipato la nuova manovra finanziaria ha riconfermato e potenziato il bonus caldaia a condensazione per il 2019. Ma cosa prevede il bonus? E quali sono le novità?

Il bonus caldaia non è altro che la proroga della detrazione fiscale per l’installazione di una caldaia di ultima generazione. Il testo della nuova Legge di Bilancio 2019 dovrà essere approvato entro il 31 dicembre 2018.

Se nulla cambia sulla bozza appena presentata dal Governo sarà possibile, quindi, richiedere il bonus fino al 31 dicembre 2019 al 65% o 50% per le caldaie a condensazione. Sono escluse dal bonus le caldaie di classe inferiore alla A. Più sarà l’efficienza energetica dell’impianto che si sceglie di installare, maggiore sarà lo sconto IRPEF.

»    Potrebbe interessarti anche: Come attivare un servizio di manutenzione della caldaia

Sostituzione caldaia: Come funziona il bonus caldaia 2019

I bonus previsti sono di due tipologie: quelli al 65% e quelli al 50%. Il primo previsto per l’installazione contestuale, a una caldaia a condensazione, di un sistema di termoregolazione evoluto. Per il secondo è sufficiente l’installazione di una caldaia a condensazione di classe A senza valvole.

Tipi di pagamento accettati 

In entrambi i casi il pagamento della caldaia deve avvenire sempre, come previsto dalla legge per l’Ecobonus, tramite bonifico bancario o postale o con carta di credito/debito. Non sono ammessi pagamenti tramite contanti, assegni  o altri mezzi di pagamento.

Come indicare la causale di pagamento

Per i pagamenti che avvengono tramite bonifico devono essere inseriti nella causale di pagamento i seguenti dati:

– causale di versamento indicata da banche e Poste per i pagamenti relativi ai lavori di ristrutturazione fiscalmente agevolati

codice fiscale del beneficiario della detrazione

partita Iva o codice fiscale del negozio o del rivenditore da cui si è acquistata la caldaia

Come dichiarare la spesa 

Lo sconto totale IRPEF deve essere suddiviso in 10 rate di uguale importo e ogni rata deve essere inserita nella dichiarazione dei redditi partendo dall’ anno successivo a quello di acquisto. Se avete acquistato una caldaia nel 2018, quindi, dovrete iniziare a dichiararne la spesa della prima rata nel 2019.

 lo-sapevi-cheLo sapevi che? L’ Ecobonus prevede che siano detraibili anche le spese sostenute per la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento, per il mantenimento del calore interno delle abitazioni e per l’installazione di pannelli solari.

Bonus caldaia 2019: detrazione al 65% o al 50%?

Qual è la percentuale di detrazione che si può applicare alla spesa per l’acquisto di una nuova caldaia a condensazione? Come anticipato ci sono due possibilità, vediamole.

Detrazione caldaia al 65%

La detrazione al 65% prevista con l’Ecobonus si può applicare in 3 casi:

sostituzione del vecchio impianto di climatizzazione invernale con installazione di una caldaia a condensazione di classe A e contestuale aggiunta di sistemi di termoregolazione evoluti appartenenti alle classi V, VI o VIII;

sostituzione del vecchio impianto di climatizzazione invernale con installazione di una caldaia a condensazione di classe A e contestuale installazione di impianto ibrido costituito da pompa di calore integrata con caldaia a condensazione;

acquisto e installazione di generatori d’aria calda a condensazione

Detrazione caldaia al 50%

La detrazione al 50% è prevista per i contribuenti che fino al 31 dicembre 2019 acquistano impianti di climatizzazione invernale dotati di caldaie a condensazione con efficienza di classe A.

Chi è escluso dal bonus caldaia 2019

Sono escluse dall’Ecobonus le caldaie a condensazione di classe B e sottoclassi. L’intervento del Governo, infatti, ha lo scopo di promuovere l’acquisto di prodotti ad alta efficienza.