Home ECONOMIA Come scegliere in sicurezza un buon mutuo online

Come scegliere in sicurezza un buon mutuo online

Mutui online come scegliere

Come scegliere un mutuo online

La scelta di un mutuo online ha le stesse regole della ricerca di un’offerta di un mutuo classico. Le procedure di accensione di un muto online, infatti, passano ancora dal rapporto di filiali e consulenti. Tuttavia, grazie alla comparazione online, potrai risparmiare parecchio tempo, soprattutto nella fase della ricerca di un’offerta che soddisfi le tue esigenze.

Dopo aver sottoscritto il finanziamento il rapporto tra banca e mutuatario potrà proseguire attraverso i canali online.

Se hai deciso di acquistare una casa ma ti manca il tempo per star dietro a preventivi e richieste alla tua banca, i servizi di comparazione di mutui online ti permettono di confrontare a colpo d’occhio parametri come tassi d’interesse, condizioni economiche, TAG e TAEG. In più potrai dare uno sguardo ad aggiornamenti costanti su tutte le offerte delle banche e scegliere quella che fa per te.

Grazie a questi strumenti potrai ottenere un preventivo online e in questo modo calcolare in anticipo le rate in base ai vari piani di ammortamento.

Ma quali sono le regole per orientarsi con consapevolezza tra le tante offerte online? Di seguito abbiamo preparato per te un’utile guida.

  1. Differenza tra mutuo ipotecario e mutuo fondiario
  2. Offerte mutui online: quale tasso d’interesse scegliere?
  3. Il piano di ammortamento
  4. Mutui e agevolazioni fiscali
  5. Come avviare la richiesta di un mutuo online

Differenza tra mutuo ipotecario e mutuo fondiario

Così come i mutui classici, anche le offerte di mutuo online si dividono tra mutui fondiari e mutui ipotecari. La banca concede entrambi chiedendo come garanzia l’ipoteca sulla casa.

Mutuo fondiario

Il mutuo fondiario è il mutuo dedicato all’acquisto o alla ristrutturazione della prima casa.

Le sue principali caratteristiche sono:

  • Chi eroga il mutuo è una banca
  • La procedura della restituzione della somma finanziata varia da un minimo di un anno fino a massimo 30 anni
  • La banca, per tutela, iscrive un’ipoteca di primo grado sull’immobile oggetto della compravendita
  • La somma massima ottenibile dal mutuatario è pari all’80% del valore della casa. Ci sono casi però dove si può arrivare al 100%, ma vengono richieste ulteriori garanzie come una polizza assicurativa o fideiussione bancaria

Mutuo ipotecario

Il mutuo ipotecario può essere acceso anche per motivi che non riguardano l’acquisto di una casa.

Le sue caratteristiche principali sono:

  • Chi eroga il mutuo può essere, oltre a una banca, anche un altro tipo di Istituto di Credito
  • L’ammortamento non può essere inferiore a un piano di 5 anni
  • L’Istituto ipoteca l’immobile come tutela contro un’eventuale insolvenza e, in caso di inadempienza da parte del mutuatario, può espropriare il bene e procedere alla sua vendita, con il diritto di precedenza rispetto a tutti gli altri creditori
  • L’ipoteca risponde al diritto di sequela. Questo significa che rimane legata al bene anche se dovesse cambiare il proprietario. Per questo è sempre importante fare un controllo sul bene che stai per acquistare. Puoi effettuare le verifiche alla Conservatoria dei Registri Immobiliari
  • Il mutuo si estingue con il pagamento dell’ultima rata. L’ipoteca, invece, rimane attiva sino a quando non sono trascorsi vent’anni dalla sua costituzione. Qualora il mutuo che hai accesso abbia una durata superiore, allora l’ipoteca dovrà essere rinnovata allo scadere dei vent’anni

Offerte mutuo online: la scelta del tasso d’interesse

Un altro elemento importante a cui devi fare attenzione quando valuti le offerte di mutui online è il tasso di interesse applicato ai mutui, cioè il denaro che viene prestato dalla banca al mutuatario che viene aggiunto all’importo dovuto per l’acquisto dell’immobile.

Sono tre i principali tipi di mutuo, a seconda del tasso di interesse:

  • Il Mutuo a Tasso Fisso
  • Il Mutuo a Tasso Variabile
  • Il Mutuo a Tasso Misto ti permette di passare, nel corso del piano di ammortamento, da un mutuo a tasso fisso a un mutuo a tasso variabile. Tra le diverse forme di mutuo a tasso misto, una delle più convenienti è il mutuo a tasso variabile con CAP. Questo permette di stabilire un tetto massimo al tasso variabile, per evitare così aumenti eccessivi degli importi

Il piano di ammortamento

Una volta stipulato il contratto, il mutuo segue un piano di ammortamento, cioè il programma di pagamento delle rate al termine delle quali il mutuo si considera estinto.

Il piano di ammortamento suddivide gli importi in quota interessi (l’importo del tasso di interesse applicato al prestito) e quota capitale (la quantità di denaro richiesta in prestito).

Tra i più diffusi c’è il piano cosiddetto ‘alla francese‘, che ha come caratteristica rate costanti per tutta la durata del mutuo. Quello che invece cambia sono le quote, crescenti per il capitale, e quelle degli interessi, che invece decrescono.

Esistono però altri tipi di piano di ammortamento:

  • A rate crescenti o decrescenti
  • Ad ammortamento libero
  • A rata fissa, con tasso e durata variabile

Per quanto riguarda invece i mutui a tasso variabile il piano di ammortamento presenta rate in cui le quote capitale e quelle relative all’interesse vengono ricalcolate a ogni variazione del tasso.

Agevolazioni fiscali

Se stai valutando di accendere un mutuo online, devi tenere conto di alcune agevolazioni fiscali previste in favore dei mutuatari. Le agevolazioni però sono valide soltanto per l’acquisto, la costruzione o la ristrutturazione della prima casa.

Gli interessi pagati sono detraibili dall’IRPEF se si verificano le seguenti condizioni:

  • Non devi aver usufruito in precedenza di agevolazioni fiscali
  • Possiedi la residenza nello stesso comune dove si trova l’immobile che stai acquistando, e questo dovrà diventare la tua abitazione principale entro un anno dalla compravendita. Il cambio di residenza, invece, deve essere fatto entro 18 mesi
  • Non possiedi al 100%, o in comunione con il coniuge di diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione un’altra casa nel territorio del comune dove è ubicato la casa in oggetto
  • L’acquisto dell’abitazione è avvenuto nei dodici mesi antecedenti o successivi alla data di stipula del mutuo

Mutuo online, come avviare la richiesta

Quali sono gli elementi per richiedere un mutuo? Vediamoli insieme:

  • L’età: le banche sono restie ad accettare le richieste di mutui che verrebbero estinti oltre il 75esimo/80esimo anno di età del richiedente
  • La compatibilità tra reddito del richiedente e importo del mutuo. Per rilasciare il parere di fattibilità la rata, in genere, non deve superare 1/3 del reddito familiare mensile netto
  • I requisiti economici. La banca verifica la tua storia finanziaria per verificare l’affidabilità nei pagamenti, effettua un controllo alla Camera di Commercio per eventuali tue partecipazioni in società ad alto rischio di fallimento o se sei stato puntuale nel pagamento di assegni o cambiali
  • La compatibilità tra importo del mutuo e valore dell’immobile. Viene effettuata una perizia sull’immobile per stabilirne il valore e se l’importo da te richiesto corrisponde a quello individuato dal perito di fiducia della banca

Buona parte dell’iter dell’accensione del mutuo può essere avviato online, semplicemente chiedendo all’istituto di credito che hai scelto un appuntamento in filiale.