Home ECONOMIA Come richiedere il Reddito di Cittadinanza | Requisiti e importi

Come richiedere il Reddito di Cittadinanza | Requisiti e importi

Condividi questa notizia su:
reddito di cittadinanza famiglia protetta

Dal 6 Marzo è possibile presentare la domanda per richiedere il Reddito di Cittadinanza (RdC). Si tratta di una misura introdotta nella Legge di Bilancio 2019 che prevede un sostegno economico alle famiglie in difficoltà e ha come obiettivo il reinserimento al lavoro e l’ inclusione sociale.

Per le famiglie composte da uno o più persone di età pari o superiore a 67 anni, il Reddito di Cittadinanza prende il nome di Pensione di Cittadinanza.

Sommario.

Reddito di Cittadinanza 2019: chi può richiederlo

I requisiti per ottenere il Reddito di Cittadinanza si distinguono essenzialmente in due tipi.

1) Requisiti di cittadinanza

Possono fare domanda per l’Rdc:

  • Tutti i cittadini italiani purché residenti in Italia da almeno 10 anni di cui gli ultimi due in modo continuativo.
  • I cittadini di paesi facenti parte dell’Unione Europea purché titolari del diritto di soggiorno o diritto di soggiorno permanente.
  • I cittadini di paesi terzi extra europei in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo.
  • Familiari di un cittadino Italiano o appartenente all’UE con le suddette caratteristiche.

2) Requisiti patrimoniali

Il nucleo familiare del richiedente deve avere le seguenti caratteristiche:

  • L’ ISEE deve essere inferiore a 9.360 euro
  • Il patrimonio immobiliare, nel quale non è compresa la casa di abitazione, non deve superare i 30.000 euro.
  • Il patrimonio mobiliare non deve essere superiore alla soglia di euro 6.000 che aumenta a seconda della composizione del nucleo familiare e della presenza di familiari disabili.
  • Il reddito familiare deve essere inferiore ai 6.000 euro. Il limite si alza a 7.560 euro ai fini dell’accesso alla Pensione di Cittadinanza. Nel caso il nucleo familiare risieda in una casa in affitto, il limite del reddito familiare arriva fino a 9.360 Euro.

Non hanno diritto al Reddito di Cittadinanza e sono esclusi dalla domanda:

  • I nuclei familiari dove un componente possiede o ha a disposizione macchine immatricolate la prima volta nei sei mesi antecedenti la richiesta o autoveicoli di cilindrata superiore a 1.600 cc o motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc, immatricolati nei due anni antecedenti.

Attenzione: Fanno eccezione gli autoveicoli e i motoveicoli acquistati con una agevolazione fiscale in favore delle persone con disabilità.

  • I nuclei familiari dove anche un solo componente è titolare di navi o imbarcazioni da diporto.
  • I soggetti che si trovano in carcere, per tutta la durata della pena.
  • I nuclei familiari dove uno dei componenti risulti essersi dimesso dal lavoro nei 12 mesi antecedenti al momento della domanda, con eccezione per le dimissioni per giusta causa.

 Il Reddito di Cittadinanza: come fare domanda

Per prima cosa è necessario presentare la DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica) aggiornata ai fini ISEE, perché sarà L’INPS stesso ad associare l’ISEE alla domanda per il Reddito di Cittadinanza.
A questo punto basta compilare l’apposito modulo per il Reddito di Cittadinanza o Pensione di Cittadinanza INPS.

La domanda può essere presentata in tre modi:

  • Online sul sito ufficiale tramite le credenziali Spid, identità digitale
  • Presso gli uffici di Poste Italiane
  • Presso i CAF
Forse ti interessa: SPID – Come richiedere le credenziali Identità Digitale unica

Nell’ eventualità che alcuni membri del nucleo familiare abbiano lavorato nel periodo riferito all’ISEE 2019 o successivamente alla presentazione della domanda, occorre presentare altri due moduli.

Il modulo RDC ridotto e il modulo RDC Esteso servono per integrare la domanda con eventuali redditi extra o attività lavorative non segnalate nell’ISEE.

A quanto ammonta il contributo per il reddito di cittadinanza

Il beneficio economico per il Reddito di Cittadinanza è dato dalla somma di due componenti:

  • Quota A: contributo che integra il reddito familiare. In particolare può arrivare fino ad un massimo di 6.000 euro annui in caso di Reddito di Cittadinanza, oppure di 7.560 euro in caso di Pensione e viene calcolata tenendo conto del numero e della tipologia dei componenti del nucleo familiare.
  • Quota B: beneficio per l’affitto o per il mutuo. Qualora il nucleo familiare viva in una casa in affitto non può essere superiore a 3.360 euro annui, pari a 280 euro mensili per il Reddito di Cittadinanza, oppure fino ad un massimo di 1.800 euro annui, pari a 150 euro mensili per la Pensione di Cittadinanza.
    Nel caso il contributo sia destinato al mutuo, la quota B è pari a massimo 150 euro mensili, sia per Reddito che per Pensione di cittadinanza.

In ogni caso, complessivamente, non si potrà percepire un importo inferiore a 480 euro annui.

Come viene erogato il contributo

Dopo aver presentato la domanda è necessario attendere la comunicazione ufficiale di accettazione.

Successivamente verrà fissato un appuntamento alle Poste per ritirare la carta prepagata del Reddito di Cittadinanza ed il relativo Pin.

Dopo 30 giorni dall’ accettazione, per ricevere l’agevolazione, è necessario recarsi presso il centro dell’impiego per firmare la Dichiarazione di Immediata Disponibilità al lavoro (DID) e, a seconda dei casi,  per sottoscrivere alcuni contratti definiti come:

  • il Patto per il lavoro, con il quale i beneficiari del Reddito di Cittadinanza si impegnano attivamente nella ricerca di un impiego e sono obbligati ad accettare “almeno una di tre offerte congrue” di lavoro, pena la cancellazione del beneficio.
  • Patto di inclusione sociale o Patto per la formazione, con i quali i beneficiari accettano di frequentare dei corsi di formazione o di svolgere lavori socialmente utili.

 La carta prepagata Rdc

Dopo aver formalizzato la DID presso il centro per l’impiego, il contributo di cittadinanza è erogato su una carta prepagata chiamata Rdc 2019 che può essere utilizzata per diverse operazioni:

  • fare alcune spese di beni di consumo
  • pagare le utenze
  • prelevare mensilmente una quantità stabilita di contanti a seconda della composizione del nucleo familiare
  • effettuare un solo bonifico mensile per il pagamento il canone d’affitto
  • effettuare un solo bonifico mensile per il pagamento della rata del mutuo

NB: La carta Rdc non può essere utilizzata per il gioco d’azzardo.

Il reddito di cittadinanza viene erogato per un massimo 18 mesi con possibilità di rinnovo e, in tal caso, con sospensione per un mese.