Il Magazine di Prezzogiusto
Invia:
Condividi:

Pay TV | Tutti i consigli per una scelta consapevole

24 Settembre 2020 Guide Streaming e Pay TV

Vuoi scegliere i servizi di una Pay TV ma sei disorientato dalla grande quantità di offerte e hai paura di spendere più di quanto sia necessario?

Leggi i nostri consigli per risparmiare e trovare la Pay TV che fa al caso tuo.

Confronta i prezzi, i contenuti e i vincoli contrattuali

Una cosa è certa: non sempre l’offerta più conveniente è quella più adatta a te, così come l’offerta più completa non è detto che possa essere quella che ti soddisfa appieno.

E allora, quali sono i fattori da prendere in considerazione nella scelta di una Pay TV? Eccoli:

  • Il prezzo
  • I vincoli contrattuali: le Pay TV tradizionali, ad esempio, hanno solitamente un prezzo conveniente, ma spesso ti obbligano ad almeno 12 mesi di permanenza, pena la perdita e il conseguente rimborso degli sconti usufruiti. Inoltre, capita che ti debba sobbarcare anche il pagamento dei costi dell’operatore, che vanno dagli otto fino agli undici euro

Le TV online, invece, al momento hanno adottato il modello cosiddetto pay per view. Questa modalità, generalmente senza vincoli di rinnovo, ti consente di usufruire della visione dei contenuti in modalità prepagata, pagando una somma su base mensile o per i singoli eventi.

Tra le opzioni ci sono anche le forme ibride, cioè Pay TV ricaricabili: con Mediaset Premium, ad esempio, si può acquistare una tessera prepagata per la visione dei contenuti, senza per forza sostenere i costi di un abbonamento. Ci sono però delle limitazioni, come la Champions League, riservata ai soli abbonati.

Scegli solo i pacchetti che ti interessano 

Un consiglio: leggi le offerte con attenzione, per capire se i contenuti che ti interessano sono veramente inclusi o se ne sono presenti altri di cui faresti volentieri a meno. Le offerte a pacchetti Pay TV, infatti, possono trarre in inganno a una prima lettura superficiale.
Un esempio? Il pacchetto Sport potrebbe non comprendere il calcio che conta, come ad esempio le partite di Serie A, o le coppe (contenute in un pacchetto specifico, ‘Calcio’).
Anche gli sconti di benvenuto possono distrarre un utente poco attento. Ricorda: avere gratis un pacchetto per un paio di mesi significa portarselo dietro per tutta la durata del vincolo contrattuale, pagando un canone mensile per qualcosa che effettivamente non guarderai.

Inoltre aggiungere un pacchetto è sempre possibile, mentre per toglierlo rischi di dover pagare una penale.

Scegliere una Pay TV: attento alle tecnologie che hai a disposizione

Se pensi di avere poca dimestichezza con gli apparecchi elettronici, è meglio preferire una Pay TV tradizionale, perché la TV online è destinata a chi possiede più dispositivi come smartphone, TV, tablet e possiede un’ottima connessione Fibra o Adsl.

Quindi, prima di optare per la TV online, controlla il tipo di connessione disponibile in casa: un Adsl lenta, per una visione HD di un film, risulterà inadatta. Stesso discorso se hai una connettività a consumo: i giga potrebbero consumarsi velocemente, e per continuare a usufruire dei servizi in streaming dovrai acquistarne altri.

Anche i televisori non sono tutti uguali e la tecnologia si aggiorna molto più velocemente di quel che pensi: un televisore comprato pochi anni fa potrebbe non supportare le nuove tecnologie, oppure potrebbe richiedere un nuovo decoder compatibile.

Pay TV e TV Online, insieme

Un’opzione da valutare è quella di costruirti una TV su misura: nessuno ti vieta di avere pacchetti TV e pacchetti online di operatori diversi per accedere ai contenuti che desideri, al prezzo migliore possibile.

Non sottovalutare inoltre le piattaforme online offerte dalle stesse Pay TV. Lo streaming live e on demand consente di accedere a contenuti diversi da più dispositivi con un unico abbonamento, come per esempio Premium Play o Sky Go.

Confronta subito le Tariffe Attive