Home LIFESTYLE Cinque Terre: cosa vedere e dove dormire | #marenostro

Cinque Terre: cosa vedere e dove dormire | #marenostro

Condividi questa notizia su:
5 terre

Cinque Terre, il dipinto sul Mar Ligure

Nella Riviera Ligure di Levante, in provincia di La Spezia, tra Punta Mesco e Punta di Montenero, si affacciano dall’alto della scogliera cinque borghi di pescatori, o come li chiamavano gli antichi Cinque Terre: Monterosso al Mare, Vernazza, Corniglia, Manarolo, Rio Maggiore, annoverate fra le località costiere più apprezzate d’Italia; l’Unesco le ha dichiarate patrimonio dell’umanità.

Sorgono lungo l’andamento naturale della collina, dove gli alti costoni rocciosi permettono al mare di penetrare. L’uomo è riuscito a plasmare il terreno scosceso, costruendo dei terrazzamenti, destinati alla coltivazione della vite.

È un vero spettacolo ammirare dal mare questi paesini dai vari colori, che sembrano opera delle pennellate di un pittore di acquerelli.

Monterosso al Mare

È il borgo più popoloso e sorge su un piccolo golfo naturale, noto anche per la statua alta 14 m, che rappresenta il dio Nettuno, detta il Gigante.

monterosso cinque terre
Credit: Friedhelm Dröge

Vernazza

Si sviluppa lungo la scogliera ed è attraversato da strette stradine che conducono alla piazzetta del porticciolo

credit Luca Casartelli

Corniglia

È l’unico borgo senza affaccio sul mare, che si trova su un promontorio di circa 100 metri ed è circondato dai tipici vigneti a terrazza.

Da visitare il Castello Doria, alto circa 70 metri, edificato nel XVI secolo.

credit Luca Aless

Manarola

Si snoda lungo il corso, oggi coperto, del torrente Groppo. È riconoscibile per la piramide di cemento bianca, che spunta tra le case variopinte e che serve come segnale per i naviganti.

credit Luca Casartelli

Rio Maggiore

È ubicato nella valle del Rio Maggiore, a cui deve il nome. Il centro abitato si compone di una serie parallela di case torri genovesi, che seguono il ripido corso del torrente. 

credit Rdesai

Spiagge

Percorrendo il sentiero Azzurro, che collega le Cinque Terre, si raggiungono le diverse spiagge: la più estesa e frequentata è Fegina, nella parte nuova di Monterosso, con l’arenile di sabbia e ghiaia e dotata di alcuni stabilimenti balneari attrezzati: è stata indicata dal Forbes tra le più 25 spiagge più “sexy” del mondo.

A Corniglia ci sono due spiagge, una, protetta da un muraglione e con grandi ciottoli, è perfetta per i bagni nei primi mesi della stagione; l’altra, Guvano, è frequentata dai nudisti.

Quelle di Vernazza, Manarola e Rio Maggiore, ugualmente ciottolose, sono di piccole dimensioni, ma incantevoli.    

Facendo, inoltre, delle escursioni in barca si potranno apprezzare insenature suggestive e incontaminate, che interrompono l’asprezza della costa.

Dove dormire

Dove mangiare