Home LIFESTYLE Tassa Covid sulle bollette di luce e gas: aumenti in arrivo?

Tassa Covid sulle bollette di luce e gas: aumenti in arrivo?

Condividi questa notizia su:
tasse covid bolletta
Risparmia sulla bolletta

Nel Decreto Rilancio potrebbe essere introdotto un aumento degli oneri di sistema

È al vaglio la proposta di introdurre, con il Decreto Rilancio, un incremento degli oneri di sistema nelle bollette luce e gas.

L’obiettivo di questa iniziativa sarebbe quello di trovare i fondi necessari a finanziare le agevolazioni per chi si trova in difficoltà economica e non riesce a sostenere le spese per luce e gas. 

La condanna del Codacons alla tassa Covid

La proposta, che sta suscitando numerose polemiche, è stata subito accolta negativamente dal Codacons che la definisce una “vera e propria truffa alla collettività, che scarica sui consumatori il compito spettante alla Stato di sostenere i nuclei più bisognosi”.

L’Associazione aggiunge inoltre che, in caso di approvazione dell’emendamento, gli italiani pagherebbero “in modo del tutto inconsapevole” bollette più salate.

A parità di consumi, dunque, le spese per luce e gas sarebbero maggiori e verrebbero meno i ribassi delle tariffe dovuti al calo del costo dell’energia. Secondo il Codacons, si tratterebbe “un inganno e quindi una truffa a danno dei consumatori, messi nella impossibilità di percepire l’aumento a causa del truffaldino compenso tra diminuzione del prezzo dell’energia e aumento degli oneri”.

I consumatori andrebbero così a pagare  una “tassa occulta”, afferma l’Associazione,” che peserebbe sulle fatture energetiche degli utenti portando ad un loro incremento di cui i consumatori non avrebbero contezza”. Da qui l’appellativo di tassa Covid. 

Il Codacons, perciò, chiede che il Governo si impegni a “tagliare per tutto il 2020 gli oneri di sistema che pesano sulle bollette energetiche e con cui si finanziano i più disparati settori”, soprattutto perché “milioni di famiglie a causa del coronavirus hanno subito una pesante riduzione del reddito e non riescono più a far fronte al pagamento delle utenze domestiche”.

L’Unione Nazionale Consumatori parla di “emendamento vergognoso”

Su Agenpress, invece, sono riportate le dichiarazioni di Marco Vignola, responsabile del settore energia dell’Unione Nazionale Consumatori, che sostiene che la finalità del provvedimento è “giusta e sacrosanta”, ma che ad essere sbagliata è la modalità di finanziamento della detrazione Irpef che ne deriverebbe, “con la previsione di una nuova componente degli oneri di sistema”.

L’UNC sottolinea inoltre che la tassa Covid andrebbe a gravare sui consumatori che “in questo periodo, tra cassa integrazione o serrande abbassate, non navigano certo nell’oro“. 

Messo sotto accusa dall’Unione Nazionale Consumatori anche il meccanismo proposto nell’emendamento e ritenuto “farraginoso e complicato”, poiché prevede “un inspiegabile intervento di Arera ai fini di un fantomatico visto di conformità”.

Viene quindi chiesto il ritiro della proposta e che al suo posto venga attuata una “sospensione fino alla fine dell’anno degli oneri generali di sistema e delle componenti Terna sulle bollette di luce e gas”.

Assicurati la migliore tariffa luce e gas

Nell’attesa di comprendere se l’emendamento troverà o meno attuazione, è meglio farsi trovare preparati.

Le offerte disponibili sul mercato libero ti permettono di risparmiare cifre importanti.

Scoprile con il comparatore Prezzogiusto. Il nostro strumento di comparazione ha l’obiettivo di aiutarti nella scelta della promozione più adatta a te.

Confronta le migliori offerte luce e gas del mese e inserisci il tuo numero per ricevere maggiori informazioni da un nostro consulente.