Home LIFESTYLE Reggio Emilia, riqualificazione energetica affidata a Iren Rinnovabili

Reggio Emilia, riqualificazione energetica affidata a Iren Rinnovabili

Condividi questa notizia su:
riqualificazione energetica iren rinnovabili
Risparmia sulla bolletta

Reggio Emilia, parte la riqualificazione energetica di 3mila appartamenti

Riqualificazione energetica degli immobili condominiali a Reggio Emilia e Provincia. Questo l’obiettivo alla base del nuovo accordo tra Iren Rinnovabili e la rete di imprese Re-build.

Per suggellare l’intesa al Tecnopolo erano presenti Ettore Rocchi Paolo Bonaretti, Presidente e AD di Iren Rinnovabili, e Roberto Meglioli, Presidente della rete d’imprese reggiane Re-build.

Leggi ancheMercato tutelato, abolizione rinviata: aspettare o cambiare subito?

Progettazione ed esecuzione dei lavori affidata a Iren

Nella fase preliminare del progetto erano state realizzate 130 analisi energetiche sui condomini di Reggio Emilia. Dai rapporti, quindi, è emersa l’esigenza di riqualificare ben 3.250 appartamenti abitati da circa 12mila reggiani.

Si passa, ora, alla fase operativa della collaborazione. I partecipanti al progetto sono il Comune di Reggio Emilia, Iren Rinnovabili, Unindustria CNA, Lapam, Enea. E, ancora, la  Legacoop Emilia Ovest,  con le associazioni di rappresentanza Confcooperative.

Iren Rinnovabili sarà quindi responsabile della gestione dei progetti dalla fase di consulenza preliminare all’intervento, sino alla fase di esecuzione dei lavori e al monitoraggio delle prestazioni.

Iren, modalità contrattuali innovative

“Con la sottoscrizione di questo nuovo documento – si legge in una nota – si lavora per dare una proposta “chiavi in mano” al cliente, con il minore impatto finanziario possibile”.

Iren Rinnovabili opera, infatti, con modalità finanziarie e contrattuali innovative, che anche attraverso la cessione del credito di imposta e degli incentivi (Ecobonus e Sismabonus), possono prevedere l’investimento diretto e l’anticipazione da parte di Iren.

Leggi ancheBonus luce per disagio economico: chi ne ha diritto e come ottenerlo