Home LIFESTYLE WT:Social, è arrivato il social network anti-fake news

WT:Social, è arrivato il social network anti-fake news

Condividi questa notizia su:
wt social

Ogni giorno sui social si può incappare in fake news, profili inventati, troll e haters. C’è un’alternativa, nel mondo dei social, a tutto questo?

La risposta arriva direttamente dal co-fondatore di Wikipedia, Jimmy Wales, che ha lanciato WikiTribune Social (WT:Social), un nuovo social network che mira a competere con piattaforme come Facebook e Twitter.

Cosa distingue WT:Social dalle altre piattaforme?

Un social garanzia di notizie sempre verificate e contenuti di qualità. Questo l’obiettivo del papà di Wikipedia per WT:Social, che proporrà ai propri utenti notizie obiettive e prive di elementi non verificati.

Home page di iscrizione di WT:Social

Wales si affiderà alle microdonazioni dei membri che vogliono finanziarlo, permettendo così di sostenere economicamente il social. WT:Social non si baserà quindi sull’advertising, responsabile, secondo Wales, di aver portato i giganti del web alle storture che conosciamo.

La rete ha risposto con entusiasmo: dal lancio del nuovo social il sito conta più di 200.000 membri iscritti.

WT:Social inoltre non si basa sul meccanismo della premialità che propone per primi i post con più interazioni, ma semplicemente sulla cronologia di pubblicazione dei contenuti.

Gli utenti che desiderano accedere gratuitamente al social verranno aggiunti a una lista d’attesa mentre, per chi vuole saltare la coda, potrà farlo pagando un abbonamento.

In Europa sono previsti due piani di abbonamento: uno mensile a 12 euro al mese, oppure annuale, a 90 euro.