Home LUCE E GAS Bonus luce e gas automatico: le novità annunciate da ARERA

Bonus luce e gas automatico: le novità annunciate da ARERA

Bonus luce e gas automatico: le novità annunciate da ARERA

Con il comunicato stampa del 25 febbraio 2021, l’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente ha reso note le modalità, i requisiti e i documenti necessari per ottenere lo sconto automatico in bolletta per luce e gas e acqua.

Fatta eccezione per il bonus elettrico legato al disagio fisico, non sarà più necessario fare domanda al proprio Comune di residenza o al CAF, come avveniva fino al 2020. Si trattava di una lungaggine burocratica che negli anni passati aveva fatto sì che a richiedere il bonus fosse un terzo dei potenziali beneficiari.
Per l’ARERA il nuovo meccanismo automatico permetterà di garantire le agevolazioni per luce, gas e acqua a più di 2,6 milioni di famiglie aventi diritto.

Validità del bonus bollette luce e gas 2021

L’automatismo è valido dal 1° gennaio 2021, ma in questa prima fase di applicazione le verifiche per l’ammissione alle agevolazioni partiranno da luglio.
Ogni bonus luce e gas avrà una durata di 12 mesi a partire dalla data di ammissione alla riduzione e la data di erogazione dipenderà dal tipo di sconto.

Bonus automatico luce e gas: come funziona e come si ottiene

Come detto in precedenza, se fino allo scorso anno era necessario richiedere il bonus rivolgendosi a un CAF oppure al Comune di residenza, a partire dal 2021 basterà presentare ogni anno la Dichiarazione Unica Sostitutiva (DSU) per richiedere l’ISEE e ottenere così lo sconto sulle bollette luce, gas e acqua.

Nel caso in cui il nucleo familiare rientri nei parametri previsti per beneficiare dell’agevolazione, l’INPS invierà in automatico tutti i dettagli al Sistema Informativo Integrato (SII), la banca dati che contiene informazioni utili a individuare le forniture elettriche, gas e i gestori idrici competenti per territorio.

Una volta incrociati i dati trasmessi dall’INPS con quelli presenti nel SII e verificato il rispetto dei criteri di ammissibilità definiti dall’ARERA, saranno automaticamente individuate le forniture dirette (individuali) da agevolare e si procederà con l’erogazione dei bonus agli aventi diritto.

I requisiti per il bonus bollette

Non cambiano i requisiti per accedere al bonus luce e gas, oltre che a quello idrico, per disagio economico. È infatti necessario appartenere a un nucleo familiare:

  • con indicatore ISEE non superiore a 8.265 euro;
  • con almeno 4 figli a carico (famiglia numerosa) e indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro;
  • titolare di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza.

Inoltre, uno dei componenti del nucleo familiare ISEE deve essere titolare di un’utenza elettrica/gas/idrica per usi domestici attiva (o sospesa per morosità) oppure usufruire di una fornitura centralizzata gas/idrica attiva e per usi domestici.

Bonus bollette luce e gas automatico, le modalità di erogazione

I bonus sociali per luce e gas vengono applicati direttamente in bolletta se uno dei componenti del nucleo familiare è intestatario di una fornitura individuale e in possesso dei requisiti sopracitati. L’utente avrà la possibilità di verificare l’applicazione del bonus consultando la bolletta, perché il fornitore, per trasparenza e chiarezza, dovrà mettere in evidenza questa voce.

Se, invece, il nucleo familiare usufruisce di una fornitura condominiale gli viene riconosciuto l’intero importo una volta l’anno, nelle seguenti modalità:

  • nel caso del bonus gas, con bonifico domiciliato intestato al componente del nucleo familiare che ha presentato la DSU e ritirabile presso qualsiasi sportello di Poste italiane;
  • per il bonus idrico, viene recapitato all’abitazione del nucleo familiare un assegno circolare intestato al componente del nucleo familiare che ha presentato la DSU.

Nel comunicato stampa, l’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente spiega inoltre che se il cliente chiude l’utenza o viene effettuata la voltura ad altro utente l’ammontare di bonus restante verrà erogato in un’unica soluzione e non potrà essere richiesto un nuovo bonus per l’anno di competenza da nessuno dei componenti del nucleo familiare di appartenenza.

Il bonus, invece, viene erogato senza interruzioni qualora il cliente decida di cambiare contratto o fornitore.

Oltre lo sconto automatico per luce e gas: come risparmiare sulle bollette

È possibile massimizzare il risparmio su elettricità e gas scegliendo le offerte migliori disponibili sul mercato. Per farlo basta utilizzare il comparatore Prezzogiusto per confrontare le tariffe luce e gas e per valutare quale sia l’offerta più adatta alle tue esigenze e alle tue abitudini di consumo