Home RISPARMIO Casa Elettrodomestici, meglio riparare che buttare | #ripararenonbuttare

Elettrodomestici, meglio riparare che buttare | #ripararenonbuttare

Condividi questa notizia su:
frigorifero con attrezzi riparare gli elettrodomestici

I vantaggi di riparare gli elettrodomestici 

Quando a casa smette di funzionare correttamente un elettrodomestico, il primo pensiero è sempre quello di sostituirlo.

Ma vista la necessità di risparmiare sul bilancio familiare, e su quello ambientale, se il vostro elettrodomestico appartiene a una discreta classe di consumo energetico, sarebbe meglio optare per la riparazione piuttosto che la sostituzione.

Ecco 3 buoni motivi per optare per la riparazione degli apparecchi di uso domestico.

      • Riparare gli elettrodomestici è un bene per l’ambiente. Prolungare il ciclo di vita di un elettrodomestico, infatti, permette di ridurre la produzione di rifiuti e le emissioni di CO2 che servono per produrre e distribuire i nuovi apparecchi.
      • Se l’elettrodomestico è in garanzia, il costo della riparazione è a carico del produttore, non tuo.
      • Se l’apparecchio non è troppo vecchio e il guasto è di lieve entità, decidere di ripararlo sarà sicuramente la scelta giusta. La riparazione costerà infatti meno dell’acquisto di un nuovo elettrodomestico.
Leggi anche: Asciugatrice e bolletta: scopri il risparmio con le palle

Per trarre maggiore vantaggio dalla riparazione degli apparecchi domestici, ricorda però di intervenire il prima possibile.

Il motivo è semplice: un elettrodomestico guasto assorbe più energia e dunque consuma di più, provocando un aumento del costo della tua bolletta. In secondo luogo, un apparecchio di uso domestico che non funziona nel modo giusto può causare il sovraccarico di alcuni componenti e ingigantire il danno che diventerà quindi più dispendioso da riparare.

Leggi anche: Misuratore costi energetici, cos’è e come funziona