Home RISPARMIO Servizi a pagamento non richiesti: AGCOM impone più trasparenza

Servizi a pagamento non richiesti: AGCOM impone più trasparenza

Condividi questa notizia su:
Servizi a pagamento non richiesti: più trasparenza grazie ad AGCOM

Più trasparenza con il Codice di condotta dell’AGCOM

Nella nostra guida ti abbiamo spiegato come disattivare i servizi a pagamento, ma da ora sarà più difficile che vengano attivati sul tuo numero senza richiesta. Questo grazie all’entrata in vigore del Codice di condotta AGCOM.
Secondo quanto riportato nel documento, infatti, non basterà più un semplice sms che comunichi l’attivazione dell’abbonamento.
La procedura di attivazione, fruizione e disattivazione dei servizi a pagamento dovrà seguire vari passaggi.

Attivazione e acquisto

Non importa che avvenga con un click su un banner, su un sito o all’interno di un’applicazione o tramite qualsiasi altra modalità, l’adesione al servizio deve essere esplicita. Devono quindi apparire le diciture “CLICCA E
CONFERMA”, “CLICCA e ABBONATI” o “CLICCA e ACQUISTA” così che l’utente, con un click, possa procedere all’attivazione.

Leggi anche: Disservizio Vodafone: quando chiedere un indennizzo

 

Fruizione dei servizi a pagamento

A seguito dell’acquisto dell’abbonamento, il cliente deve ricevere un SMS informativo gratuito che riporti le seguenti informazioni:

  • nome servizio
  • abbonamento Attivo/Servizio Acquistato al COSTO di X,YY€ al giorno/settimana/mese
  • descrizione servizio
  • per disattivare o informazioni chiamare 800442299 e indicazione dell’url

Ogni 30 giorni, inoltre, l’abbonato dovrà ricevere un altro SMS (reminder) che gli ricordi del rinnovo del servizio. 

Disattivazione servizi a pagamento

Per la disattivazione dei servizi a pagamento non richiesti ci si può rivolgere al numero 800442299 oppure, come visto nella guida Prezzogiusto, al proprio gestore telefonico.

È possibile anche inviare un sms con scritto “STOP” al numero utilizzato per l’attivazione del servizio. In questo caso i clienti devono ricevere un SMS che confermi la disattivazione dei servizi a pagamento. Il messaggio deve riportare:

  • nome servizio
  • abbonamento disattivato
  • “potrai usufruire del servizio fino al termine dell’attuale ciclo di fatturazione”
  • per informazioni chiamare: numero fornitore servizio 
Leggi anche: Problemi linea TIM – Soluzioni e indennizzo