Home RUBRICHE Consumophia Borracce per l’acqua, quale scegliere? | Inox, vetro, bio o …

Borracce per l’acqua, quale scegliere? | Inox, vetro, bio o …

Condividi questa notizia su:
borracce per l'acqua plastic free

Trend, cult, eco e Greta Thunberg friendly. Di cosa parliamo? Delle borracce per l’acqua ovviamente.

Se un tempo servivano solo per le gita fuori porta, oggi se non ne hai una sei out. Un po’ perchè diventi automaticamente uno poco attento alle tematiche ambientali, un po’ perchè non segui la scia di tendenza.

C’è chi le sfodera mentre pratica sport e chi mentre fa shopping. Chi le utilizza tutti i giorni per portare l’acqua in ufficio e chi solo nel week end. In commercio ci sono un’infinità di proposte, ma quale borraccia scegliere? Ne abbiamo selezionato qualcuna per voi, dalla più economica alla più colorata, a quella più adatta ai bambini.

Borraccia per l’acqua: quale materiale scegliere

La prima domanda a cui vorrete rispondere prima di acquistare una borraccia per l’acqua è quale materiale scegliere? In commercio, infatti, ne esistono varie tipologie: le più utilizzate sono quelle in acciaio, alluminio, plastica, vetro o PLA. Vediamoli tutti nel dettaglio.

BORRACCE IN PLASTICA

Peso, versatilità e prezzo sono sicuramente i maggiori pregi delle borracce di plastica. Più leggere delle altre, adatte a qualsiasi tipo di utilizzo e con prezzo molto accessibile, le borracce di plastica sono un buon compromesso per tutti, soprattutto per i più piccoli.

Bisogna stare attenti però: l’utilizzo dei polimeri implica la tendenza alla contaminazione dei sapori. Questa eventualità è comunque fortemente connessa alla qualità della plastica e alle temperature di utilizzo. Evitate, perciò, di cedere a prezzo più basso, perchè la scarsa qualità della plastica potrebbe alterare il sapore della vostra bevanda.

Molto importante poi optare per l’acquisto di plastica BPA free.

Il bisfenolo A, o Bpa, sostanza di sintesi utilizzata nella produzione della plastica, è infatti classificato come interferente endocrino, cioè una sostanza in grado, potenzialmente, di interferire con il corretto funzionamento del nostro sistema ormonale.

Generalmente sono lavabili in lavastoviglie e utilizzabili con tutti i tipi di bevande, anche calde (fino a 100°C) ma è sempre bene verificare in etichetta che non siano previste limitazioni.

Ti consigliamo:

borraccia per l'acqua in plastica

Set da 3 pezzi BPA free con spazzola a tazza per facilitarne la pulizia. Peso 200 grammi, contiene 500 ml di liquido, Prezzo ottimo:

acquista 3 pezzi a 7,27 euro

BORRACCE IN ACCIAIO

Attualmente l’acciaio inossidabile è il materiale ideale per realizzare una borraccia. E’ infatti una lega che non rischia di essere corrosa nemmeno da sostanze particolarmente acide. Grazie alla sua inossidabilità non ha bisogno di un secondo rivestimento interno. Le borracce in acciaio inoltre non conservano odori e sapori dei liquidi che hanno contenuto precedentemente e non sono, o lo sono in minima parte se non adeguatamente lavate, soggette alla proliferazione di muffe e batteri.

Ti consigliamo:

borraccia dell'acqua acciaio inox

Non si tratta della borraccia più economica ma è quella più completa: disponibile in due capienza, da 500 e da 750 ml, vari colori, doppio tappo con sport cup incluso (per l’utilizzo sportivo con collo a cannuccia), cannucce di riserva dimensionabili, spazzole di pulizie e rivestimento in tessuto.

Il prezzo è di 14,99 euro per la versione da 500 ml e 18,99 euro per quella da 750 ml.

BORRACCE IN ALLUMINIO

Il punto di forza delle borracce in alluminio è la leggerezza ma il fatto che non si tratti di un materiale inossidabile rende necessaria la presenza di un rivestimento interno che isoli il metallo dal contatto diretto con la bevanda. Solitamente poi questa tipologia di contenitori è inadatta a contenere liquidi grassi (latte, oli), bevande acide (succhi di frutta, bevande energetiche, limonata) o calde. 

Visto che non si tratta del materiale ideale non ve ne consigliamo nessuna.

BORRACCE IN VETRO

Il vetro rappresenta il materiale maggiormente inerte dal punto di vista chimico, non conserva odori dei liquidi che contiene e azzera i rischi di contaminazione da parte di sostanze organiche. Il vetro delle borracce può contenere qualsiasi tipo di bevanda, acida o grassa e, in quanto realizzate con vetro borosilicato, reggono gli sbalzi termici. I punti a sfavore di questa tipologia di borracce sono il peso e la fragilità.

Ti consigliamo:

borraccia in vetro rivestita in silicone

per ovviare al problema della fragilità vi consigliamo una borraccia in vetro sì, ma rivestita in silicone. Disponibile in vari colori e varie capienze: 420, 660 e 1000 ml. Realizzata in pyrex medico regge tutte le temperature, il tappo è in acciaio inossidabile, non contiene BPA, BPS, PVC e cadmio ed è lavabile in lavastoviglie.

Il ragionevole prezzo è di 15,99 euro per la versione da 420 ml, 20,99 per quella da 660ml e 25,99 euro per quella da 1 lt.

BORRACCE IN PLA

Il PLA, acido polilattico, è un materiale biodegradabile e compostabile, figlio della trasformazione degli zuccheri di mais, barbabietola, canna da zucchero e altri materiali naturali. E’ utilizzato ancora poco per via delle limitazioni importanti sulla tipologia di bevande che può contenere (per ora è adatta solo all’acqua) e sulle temperature di  utilizzo ma è l’emblema del progresso e della ricerca frenetica di materiali innovativi.

Ti consigliamo:

borraccia in pla compostabile

dedicata solo agli eco-integralisti è l’unico prodotto disponibile su Amazon. Contenitore da 750 ml.

Il prezzo è di 17 euro più le spese di spedizione