Home TECNOLOGIA App Limiti di velocità e autovelox presto su Google Maps

Limiti di velocità e autovelox presto su Google Maps

Condividi questa notizia su:
Google Maps: le novità

L’aggiornamento con le nuove funzioni presto anche in Italia

È notizia di qualche giorno fa: Google Maps, app di navigazione tra le più apprezzate al mondo, ha raggiunto i 5 miliardi di download su Play Store.
Un dato che conferma quanto i servizi offerti dall’applicazione siano ormai diventati indispensabili per molti utenti.

E le novità in arrivo col nuovo aggiornamento saranno ancora più interessanti per gli utilizzatori di Google Maps, in particolare per gli automobilisti.
Google ha infatti deciso di introdurre nell’app le funzioni di segnalazione dei limiti di velocità e degli autovelox.
In Italia dovremo pazientare ancora un po’, mentre in altri paesi l’aggiornamento è già disponibile. Ecco cosa sappiamo in merito.

Introduzione dei limiti di velocità

Il limite di velocità da tenere su strada verrà mostrato nell’angolo in basso a sinistra della schermata.
Non è una novità assoluta nel mondo delle app di questo genere: Waze (di proprietà di Google), ad esempio, offre questa funzionalità da diverso tempo.

La differenza tra le due applicazioni sta però nel fatto che Waze si basa su dati forniti dagli automobilisti, mentre quelli reperibili su Google Maps sono dati ufficiali e verificati, quindi più attendibili. È quindi plausibile che il ritardo di Maps nel rilascio di questo aggiornamento sia dovuto al lungo lavoro di reperimento ed elaborazione delle informazioni.

Potrebbe anche interessartiDove buttare i rifiuti? Te lo dice Junker, l’app amica della differenziata

Segnalazione degli autovelox

Per gli automobilisti questa funzione sarà sicuramente un gradito regalo perché permetterà loro di evitare multe o sanzioni più pesanti.
Gli autovelox verranno mostrati lungo il percorso tracciato da Google Maps e gli utenti saranno avvisati da un segnale acustico quando si troveranno in prossimità degli apparecchi di controllo della velocità.