Home TECNOLOGIA La Casa di Carta 4: dal 3 aprile su Netflix | No...

La Casa di Carta 4: dal 3 aprile su Netflix | No spoiler

Condividi questa notizia su:
La casa di carta, il 3 aprile la quarta stagione su netflix
Il cast del La Casa di Carta: da sinistra, Nairobi (Alba Flores), Stoccolma (Esther Acebo), Palermo (Rodrigo de la Serna), Denver (Jaime Lorente), Helsinki (Darko Peric), il Professore (Álvaro Morte), Lisbona (Itziar Ituño), Bogotà (Hovik Keuchkerian), Marsiglia (Lika Peros), Rio (Miguel Herrán) e Tokyo (Úrsula Corberó)
Risparmia sulla bolletta

La Casa di Carta: cosa accadrà nella quarta stagione?

Il 3 aprile torna su Netflix La Casa di Carta. La quarta stagione dell’appassionante storia della banda in tuta rossa è tra i titoli più attesi della piattaforma streaming.

Le aspettative dei fan sono alle stelle dopo che Netflix ha diffuso il trailer ufficiale della nuova stagione:

Che il caos abbia inizio, avverte il video. Il Professore dovrà quindi schierare l’intera banda per riuscire a non farsi catturare anche stavolta.

Viene mostrata anche Nairobi, gravemente ferita. Potrebbe essere un indizio sul possibile destino di una delle protagoniste della serie?

Casa di Carta 4: più emotività

La stagione numero 4 sarà composta da 8 episodi. Probabilmente (ma attenti, non è una certezza) le puntate saranno disponibili su Netflix a partire dalle ore 9, esattamente come successo per le altre stagioni.

Nella stagione 4 ci sarà più spazio per l’emotività, uno dei punti di forza della serie. A confermarlo è Álvaro Morte sull’Huffinton Post Spagna: “Recupereremo l’essenza delle prime due stagioni – ha detto El Profesor – dando rilievo alle storie personali dei singoli personaggi”.

Gli ideatori della serie televisiva Álex Pina e Joe W. hanno quindi optato per un ritmo più lento e drammatico, ma non mancheranno i colpi di scena, con la possibilità dell’arrivo di nuovi personaggi.

La Casa de Papel è la serie non in lingua inglese più vista su Netflix e senza dubbio uno dei più grandi successi tv degli ultimi anni. Secondo quanto diffuso dalla produzione, 34 milioni di persone si sono sintonizzate per guardare la serie.